RUGGERO PASSERI
Feeding the birds, Rome, 2021
1 / 37 ‹   › ‹  1 / 37  › pause play enlarge slideshow
Feeding the birds, Rome, 2021
Overnight Tango, EUR, Rome, 2023
2 / 37 ‹   › ‹  2 / 37  › pause play enlarge slideshow
Overnight Tango, EUR, Rome, 2023
Firing Squad, Rome, 2024
3 / 37 ‹   › ‹  3 / 37  › pause play enlarge slideshow
Firing Squad, Rome, 2024
Bowls game, Senigallia, Italy, 2006
4 / 37 ‹   › ‹  4 / 37  › pause play enlarge slideshow
Bowls game, Senigallia, Italy, 2006
Argentina-France soccer final, Via Leonina, Rome, 2022
5 / 37 ‹   › ‹  5 / 37  › pause play enlarge slideshow
Argentina-France soccer final, Via Leonina, Rome, 2022
1st of May celebration, Piazza San Giovanni, Rome, 2004.
6 / 37 ‹   › ‹  6 / 37  › pause play enlarge slideshow
1st of May celebration, Piazza San Giovanni, Rome, 2004.
Man and his dog, Lake District,UK, 2023.
7 / 37 ‹   › ‹  7 / 37  › pause play enlarge slideshow
Man and his dog, Lake District,UK, 2023.
Kindergarten party, Rome, 2005
8 / 37 ‹   › ‹  8 / 37  › pause play enlarge slideshow
Kindergarten party, Rome, 2005
Untitled, Rome, 2022.
9 / 37 ‹   › ‹  9 / 37  › pause play enlarge slideshow
Untitled, Rome, 2022.
Love in suburbs, Rome, 2023
10 / 37 ‹   › ‹  10 / 37  › pause play enlarge slideshow
Love in suburbs, Rome, 2023
The card draw, Rome, 2022
11 / 37 ‹   › ‹  11 / 37  › pause play enlarge slideshow
The card draw, Rome, 2022
A christening, Trastevere, Rome, 2023
12 / 37 ‹   › ‹  12 / 37  › pause play enlarge slideshow
A christening, Trastevere, Rome, 2023
Napping together, Rome, 2023
13 / 37 ‹   › ‹  13 / 37  › pause play enlarge slideshow
Napping together, Rome, 2023
Nocturne at Navigli, Milano, 2023.
14 / 37 ‹   › ‹  14 / 37  › pause play enlarge slideshow
Nocturne at Navigli, Milano, 2023.
The third wheel, Rome, 2023
15 / 37 ‹   › ‹  15 / 37  › pause play enlarge slideshow
The third wheel, Rome, 2023
Starwars Celebration,Rome,2017
16 / 37 ‹   › ‹  16 / 37  › pause play enlarge slideshow
Starwars Celebration,Rome,2017
Pause, Rome, 2022
17 / 37 ‹   › ‹  17 / 37  › pause play enlarge slideshow
Pause, Rome, 2022
Framing, Abruzzo, Italy, 2021
18 / 37 ‹   › ‹  18 / 37  › pause play enlarge slideshow
Framing, Abruzzo, Italy, 2021
The computer man, Rome, 2023
19 / 37 ‹   › ‹  19 / 37  › pause play enlarge slideshow
The computer man, Rome, 2023
The Pope's speech, St.Peter's square, 2016.
20 / 37 ‹   › ‹  20 / 37  › pause play enlarge slideshow
The Pope's speech, St.Peter's square, 2016.
Sea monster, Adriatic Coast, 2018
21 / 37 ‹   › ‹  21 / 37  › pause play enlarge slideshow
Sea monster, Adriatic Coast, 2018
Training, Villa Borghese, Rome, 2020
22 / 37 ‹   › ‹  22 / 37  › pause play enlarge slideshow
Training, Villa Borghese, Rome, 2020
Private haircut, Giudecca (Venice), 2017
23 / 37 ‹   › ‹  23 / 37  › pause play enlarge slideshow
Private haircut, Giudecca (Venice), 2017
Noun with Ai Weiwei mask, Rome, June 2011
24 / 37 ‹   › ‹  24 / 37  › pause play enlarge slideshow
Noun with Ai Weiwei mask, Rome, June 2011
Poet, Naples, 1995.
25 / 37 ‹   › ‹  25 / 37  › pause play enlarge slideshow
Poet, Naples, 1995.
Antique show, Lecce, 2013
26 / 37 ‹   › ‹  26 / 37  › pause play enlarge slideshow
Antique show, Lecce, 2013
Gesture, Rome, 2008.
27 / 37 ‹   › ‹  27 / 37  › pause play enlarge slideshow
Gesture, Rome, 2008.
Virtual Reality, Rome, summer 2018
28 / 37 ‹   › ‹  28 / 37  › pause play enlarge slideshow
Virtual Reality, Rome, summer 2018
Couple, Rome, 2016
29 / 37 ‹   › ‹  29 / 37  › pause play enlarge slideshow
Couple, Rome, 2016
Villa Torlonia, Rome, 2016
30 / 37 ‹   › ‹  30 / 37  › pause play enlarge slideshow
Villa Torlonia, Rome, 2016
Reborn dolls seller, Rome, 2016
31 / 37 ‹   › ‹  31 / 37  › pause play enlarge slideshow
Reborn dolls seller, Rome, 2016
St.John in Lateran, Rome, 2017.
32 / 37 ‹   › ‹  32 / 37  › pause play enlarge slideshow
St.John in Lateran, Rome, 2017.
Cosplayers fair, Rome,2018
33 / 37 ‹   › ‹  33 / 37  › pause play enlarge slideshow
Cosplayers fair, Rome,2018
Privacy, Villa Pamphili, Rome, 2017
34 / 37 ‹   › ‹  34 / 37  › pause play enlarge slideshow
Privacy, Villa Pamphili, Rome, 2017
Senigallia(Italy), summer 2016.
35 / 37 ‹   › ‹  35 / 37  › pause play enlarge slideshow
Senigallia(Italy), summer 2016.
Lounge, Falconara Station, 2008
36 / 37 ‹   › ‹  36 / 37  › pause play enlarge slideshow
Lounge, Falconara Station, 2008
At the Spa, Viterbo (Italy), 2010
37 / 37 ‹   › ‹  37 / 37  › pause play enlarge slideshow
At the Spa, Viterbo (Italy), 2010

ESSERE UMANI , ESSERI UMANI (Being Human, Human Beings)

VLADIMIR.Well? Shall we go?
ESTRAGON. Yes, let's go.
They do not move.
CURTAIN


VLADIMIRO. Allora? Andiamo?
ESTRAGONE. Sì, andiamo.
non si muovono.
SIPARIO

(S.Beckett: Waiting for Godot)


Nel mio libro poetico Via memoriae / Via crucis (2022) c’è un testo dedicato a Edoardo Sanguineti in cui gli ultimi due versi della prima strofa così recitano: “Tutti, lo sappiamo, guardano, ma quello che conta / È un’ultra-vista, uno scatto di visione, anche spaventosa”.
Analogamente potrei dire che tutti oggi, nell’era dello smart-phone, fotografano, ma pochi sono autori fotografici. La foto d’autore intanto racconta il mondo o, meglio, spicchi, frammenti di mondo in quanto racconta il soggetto che fotografa. Perché, secondo quanto afferma un illustre fotografo come Uliano Lucas, ogni scatto d’autore esprime il suo “punto di vista, una scelta, un’interpretazione”. E qualsiasi scatto d’autore racconta il suo autore, è inconfondibile come una impronta digitale, può averlo fatto solo e soltanto quel soggetto, che si chiami Henri Cartier-Bresson, Luigi Ghirri, Letizia Battaglia o Steve McCurry.
Del pari, ogni scatto in bianco e nero di Ruggero Passeri può averlo scattato soltanto lui e propone la sua visione di mondo, la sua interpretazione della realtà che gli passa sotto gli occhi oppure che lui va intenzionalmente a ricercare nei luoghi della quotidianità diurna o notturna. Non essendo un critico di fotografia o, tanto meno, un esperto di arte dello scatto, ma unicamente uno scrittore curioso del mondo delle immagini fotografiche, non posso che rifarmi a La chambre claire (1980), il celeberrimo saggio di Roland Barthes che ha dischiuso ad ogni profano interessato una preziosa visione semiologica del fare fotografia. In particolare, in quell’aureo libro cruciale è la distinzione che Barthes fa tra studium e punctum. Laddove lo studium concerne “l’applicazione a una cosa, il gusto per qualcuno, una sorta d’interessamento, sollecito, certo, ma senza particolare intensità”. Mentre il punctum “è lui che, partendo dalla scena, come una freccia, mi trafigge. (…) punctum è anche: puntura, piccolo buco, macchiolina, piccolo taglio – e anche impresa aleatoria. Il punctum di una fotografia è quella fatalità che, in essa, mi punge (ma anche mi ferisce, mi ghermisce)”.
Ecco se dovessi trasporre il metodo barthesiano, ovvero il punctum che mi ferisce e mi ghermisce, guardando le fotografie di Ruggero Passeri direi senz’altro che è la quantità di soggetti che sono seduti, stravaccati o, anche soltanto, sdraiati per terra. Penso alla ragazza semidistesa in una poltrona d’epoca, con le cosce dischiuse sotto la gonna tesa in “Fiera antiquaria (Lecce, 2013)”; alla donna anziana seduta sulla carrozzella accanto a un uomo steso supino su una panchina di marmo bianco in “Senza titolo (Roma, 2022)”; all’uomo che guarda il cellulare, stando con le gambe accavallate su una poltroncina con le rotelle, incongruamente posizionata su un marciapiede in “Notturno ai Navigli, (Milano, estate, 2023)”; all’uomo altrettanto incongruamente seduto in riva alla laguna mentre una donna alle spalle gli sta accorciando la chioma in “Parrucchiere privato, Canal Grande (Venezia, 2017)”; alla donna e all’uomo piuttosto anziani buttati su una panchina, infreddoliti e semiaddormentati come un duo da Teatro dell’Assurdo illuminato dai raggi solari radenti in “Coppia, Villa Borghese, Roma, 2016)”; il giovanotto occhialuto sotto una corona di capelli ricciuti, abbigliato come un dandy ottocentesco, seduto in strada dietro un leggio dove c’è la scritta “Poeta” e davanti due pannocchie di mais, con ai piedi una valigia e un bacile per la raccolta delle monetine in “Poeta (Napoli, 1995)”.
Mi fermo qui ad elencare, ma tutti questi scatti di attimi fuggenti o bizzarri o di sospensione, come pure “Pausa (Roma, 2022)” dove c’è un uomo ripreso di spalle e con le gambe incrociate e controluce, appoggiato a un mocio in un tunnel della capitale, mi hanno fatto pensare a L’esausto (1992), un magnifico saggio di Gilles Deleuze che, partendo dalle figure e le posture della drammaturgia di Beckett, evidenzia il tracciato di esaurimento, lo stato di spossatezza, di entropia dell’essere occidentale.
Ecco, questo grado di sfinitezza colgo in molti degli scatti di Passeri, come se il suo occhio errabondo venisse fatalmente attirato e, a sua volta, trafitto da questa umanità svuotata, pressoché stanca, forse annoiata di esserci, di essere al mondo. Un mondo di esausti che si autospecchia e ci rispecchia anche quando l’immagine pare contraddire questo sentimento, penso agli anziani bagnanti che giuocano a bocce in riva al mare in “Partita a bocce (Senigallia 2008)”.
Nell’epochè del mondo virtuale dove ogni giorno si riversano nella rete milioni o miliardi di immagini, quale può essere il perdurante senso di proseguire l’arte dello scatto d’autore? Torno a Barthes che asseriva essere la “fotografia un punto di memoria che sfida la morte”.
Dunque, un vero fotografo, come Passeri, è uno mnemonauta che consegna i suoi scatti ad un futuro, forse impregiudicato e incognito, che continuerà a trans-finire oltre la finitudine della nostra vita.

Marco Palladini.(marzo, 2024)
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Accetta
Accept
Rifiuta
Reject
Personalizza
Customize
Link
https://www.ruggeropasseri.com/essere_umani_esseri_umani_being_human_human_beings-p12605

Share on
/

Chiudi
Close
loading