Yannis Kounellis
1 / 82 ◄   ► ◄  1 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Yannis Kounellis
Nino Migliori
2 / 82 ◄   ► ◄  2 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Nino Migliori
Stefano Schiavoni
3 / 82 ◄   ► ◄  3 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Stefano Schiavoni
Elio Pecora
4 / 82 ◄   ► ◄  4 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Elio Pecora
Stefano Mura
5 / 82 ◄   ► ◄  5 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Stefano Mura
Francesco Impellizzeri
6 / 82 ◄   ► ◄  6 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Francesco Impellizzeri
Giuseppe Modica
7 / 82 ◄   ► ◄  7 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Giuseppe Modica
Mimmo Cuticchio
8 / 82 ◄   ► ◄  8 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mimmo Cuticchio
Hannu Palosuo
9 / 82 ◄   ► ◄  9 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Hannu Palosuo
Claudio Jankowski
10 / 82 ◄   ► ◄  10 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Claudio Jankowski
Ennio Cavalli
11 / 82 ◄   ► ◄  11 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Ennio Cavalli
Girolamo Marri
12 / 82 ◄   ► ◄  12 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Girolamo Marri
Cetta Petrollo
13 / 82 ◄   ► ◄  13 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Cetta Petrollo
Flavio Colusso
14 / 82 ◄   ► ◄  14 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Flavio Colusso
Mario Dondero
15 / 82 ◄   ► ◄  15 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mario Dondero
Bruno Ceccobelli
16 / 82 ◄   ► ◄  16 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Bruno Ceccobelli
Alberto Abate
17 / 82 ◄   ► ◄  17 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Alberto Abate
Solveig Cogliani
18 / 82 ◄   ► ◄  18 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Solveig Cogliani
Achille Bonito Oliva
19 / 82 ◄   ► ◄  19 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Achille Bonito Oliva
Alfredo Giuliani
20 / 82 ◄   ► ◄  20 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Alfredo Giuliani
Andrea Camilleri
21 / 82 ◄   ► ◄  21 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Andrea Camilleri
Alice Schivardi
22 / 82 ◄   ► ◄  22 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Alice Schivardi
Carlo Bordini
23 / 82 ◄   ► ◄  23 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Carlo Bordini
Gianfranco Nurchis
24 / 82 ◄   ► ◄  24 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianfranco Nurchis
Andrea Aquilanti
25 / 82 ◄   ► ◄  25 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Andrea Aquilanti
Angelo Lumelli
26 / 82 ◄   ► ◄  26 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Angelo Lumelli
Aroldo Governatori
27 / 82 ◄   ► ◄  27 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Aroldo Governatori
Carla Vasio
28 / 82 ◄   ► ◄  28 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Carla Vasio
Bruno Conte
29 / 82 ◄   ► ◄  29 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Bruno Conte
Carlo Lizzani
30 / 82 ◄   ► ◄  30 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Carlo Lizzani
Davide D'Elia
31 / 82 ◄   ► ◄  31 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Davide D'Elia
Diego Mormorio
32 / 82 ◄   ► ◄  32 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Diego Mormorio
Donato Piccolo
33 / 82 ◄   ► ◄  33 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Donato Piccolo
Elio Pagliarani
34 / 82 ◄   ► ◄  34 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Elio Pagliarani
Ennio Calabria
35 / 82 ◄   ► ◄  35 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Ennio Calabria
Enzo Cucchi
36 / 82 ◄   ► ◄  36 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Enzo Cucchi
Ettore Scola
37 / 82 ◄   ► ◄  37 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Ettore Scola
Charles-Henri Favrod
38 / 82 ◄   ► ◄  38 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Charles-Henri Favrod
Felice Levini
39 / 82 ◄   ► ◄  39 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Felice Levini
Franco Giordano
40 / 82 ◄   ► ◄  40 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Franco Giordano
Franco Mulas
41 / 82 ◄   ► ◄  41 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Franco Mulas
Giacinto Occhionero
42 / 82 ◄   ► ◄  42 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Giacinto Occhionero
Gianfranco Baruchello
43 / 82 ◄   ► ◄  43 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianfranco Baruchello
Gianfranco Grosso
44 / 82 ◄   ► ◄  44 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianfranco Grosso
Gianluca Marziani
45 / 82 ◄   ► ◄  45 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianluca Marziani
Gianni Dessì
46 / 82 ◄   ► ◄  46 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianni Dessì
Gianni Berengo Gardin
47 / 82 ◄   ► ◄  47 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianni Berengo Gardin
Gianni Toti
48 / 82 ◄   ► ◄  48 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gianni Toti
Gillo Dorfles
49 / 82 ◄   ► ◄  49 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gillo Dorfles
Gino Marotta
50 / 82 ◄   ► ◄  50 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Gino Marotta
H.H.Lim
51 / 82 ◄   ► ◄  51 / 82  ► pause play enlarge slideshow
H.H.Lim
Maria Jannelli e Renato Galbusera
52 / 82 ◄   ► ◄  52 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Maria Jannelli e Renato Galbusera
Lamberto Pignotti
53 / 82 ◄   ► ◄  53 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Lamberto Pignotti
Luca Maria Patella
54 / 82 ◄   ► ◄  54 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Luca Maria Patella
Luigi Ballerini
55 / 82 ◄   ► ◄  55 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Luigi Ballerini
Luigi Boille
56 / 82 ◄   ► ◄  56 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Luigi Boille
Marco Palladini
57 / 82 ◄   ► ◄  57 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Marco Palladini
Manfredi Beninati e suo fratello
58 / 82 ◄   ► ◄  58 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Manfredi Beninati e suo fratello
Piergiorgio Branzi
59 / 82 ◄   ► ◄  59 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Piergiorgio Branzi
Mario Lunetta
60 / 82 ◄   ► ◄  60 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mario Lunetta
Mario Verdone
61 / 82 ◄   ► ◄  61 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mario Verdone
Mark Kostabi
62 / 82 ◄   ► ◄  62 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mark Kostabi
Matteo Basilè
63 / 82 ◄   ► ◄  63 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Matteo Basilè
Mirella Bentivoglio
64 / 82 ◄   ► ◄  64 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Mirella Bentivoglio
Nanni Balestrini
65 / 82 ◄   ► ◄  65 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Nanni Balestrini
Pietro Carrino
66 / 82 ◄   ► ◄  66 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pietro Carrino
Roberto Salbitani
67 / 82 ◄   ► ◄  67 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Roberto Salbitani
Pablo Echaurren
68 / 82 ◄   ► ◄  68 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pablo Echaurren
Ruggero Savinio
69 / 82 ◄   ► ◄  69 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Ruggero Savinio
Pietro Cascella
70 / 82 ◄   ► ◄  70 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pietro Cascella
Tomaso Binga (Bianca Menna)
71 / 82 ◄   ► ◄  71 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Tomaso Binga (Bianca Menna)
Pietro Perrone
72 / 82 ◄   ► ◄  72 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pietro Perrone
Pino Settanni
73 / 82 ◄   ► ◄  73 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pino Settanni
Pietro Ruffo
74 / 82 ◄   ► ◄  74 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pietro Ruffo
Tommaso Cascella
75 / 82 ◄   ► ◄  75 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Tommaso Cascella
Pippo Di Marca
76 / 82 ◄   ► ◄  76 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Pippo Di Marca
Nunzio Solendo
77 / 82 ◄   ► ◄  77 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Nunzio Solendo
Sandro Chia
78 / 82 ◄   ► ◄  78 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Sandro Chia
Silvano Agosti
79 / 82 ◄   ► ◄  79 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Silvano Agosti
Stefano Di Stasio
80 / 82 ◄   ► ◄  80 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Stefano Di Stasio
Walter Bastari, 2013
81 / 82 ◄   ► ◄  81 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Walter Bastari, 2013
Walter Pedullà
82 / 82 ◄   ► ◄  82 / 82  ► pause play enlarge slideshow
Walter Pedullà

PORTRAITS _ RITRATTI

La caduta di un privilegio.

“Questa mattina, al museo dove mi sono trascinato di sala in sala, morto di fatica dopo una brutta notte – il letto è troppo duro, e al piumino tedesco non riesco ad abituarmi. Capolavori su capolavori. L’Amazone di Renoir con il suo velo nero che fluttua nel vento, sfuggendo al cappello a cilindro come il fumo da un camino. Ha l’arroganza che ci vuole e sorveglia il suo giovane figlio su un poney focoso, che sprizza scintille dai quattro ferri – sembra averne otto –mentre l’elegante e sdegnosa cavalcatura di madame gli getta un’occhiata da istitutrice. Rochefort di Manet, le mani incrociate sulle braccia, la capigliatura aggressiva, l’abito nero ben tagliato, capace e iroso signore. A centinaia ci guardano dalle loro cornici come dei curiosi alla finestra”. E’ il 29 settembre 1984 e quello che precede è un brano del diario di Julien Green. L’ultima frase mi è tornata in mente guardando i venticinque ritratti di questa mostra fotografica di Ruggero Passeri. Perché in effetti, guardandoli, avevo perso il mio (sia pure povero) statuto di protagonista-osservatore, per trovarmi all’improvviso intrappolato in quello di osservato. La caduta di un privilegio. Da soggetto ad oggetto: un transito non propriamente tranquillizzante. Il fatto è che, come i grandi pezzi di museo di cui parla Green, anche questi ritratti di gente che ha a che fare coi linguaggi detti “creativi” guardano loro chi li guarda: starei per dire, chi si attenta a guardarli. C’è, in tutte queste icone, un residuo meduseo, che è dato dalla consapevolezza di costituire in ogni caso qualcosa di più che un qualsiasi soggetto fotografico, dal momento che la loro è un’identità pubblica anche nel caso in questione in cui il fotografo li abbia fissati nel luogo (abitazione o studio) dove questa identità si esplica produttivamente.
E’ ovvio che- trattandosi di ritratti – il fulcro dell’immagine si concentri nella presenza del volto; ma il carattere particolare di essi risulta dal fatto che la loro ricchezza, la loro inafferrabilità, insomma il loro geroglifico sono dati dalla loro stessa nitidezza, si inscrivono nella pulizia feroce del disegno, capace di utilizzare la luce e l’ombra come un sistema di campiture che esclude ogni sfumato, ogni evaporazione. Il loro sguardo che cerca l’osservatore la sa lunga, viene da lontano, vive di reticenze. Questi personaggi dell’arte e della scrittura, della musica e del teatro, sanno di costituire un doppio rispetto al loro titolare quotidiano: e al tempo stesso lo incorporano e ne prendono le distanze. Direi che la loro è una concentrazione incrociata: complessità dei significati trattenuti e immediatezza della resa fotografica. Ciò che Passeri ha scartato, per intelligenza e fedeltà alla sua sigla di acutissimo percettore di immagini, è qualsiasi ficelle pittoresca. Il suo teatro è funzionale allo specifico e al profilo estetico del personaggio, perlopiù spoglio, comunque sobrio. Il personaggio mangia la scenografia, e in certi casi la irride, o ne sottolinea ironicamente la fatuità ornamentale. Ciò che resta, così, è l’affermazione del volto e della postura, quasi sempre “ordinaria” e quindi – a maggior ragione contrastava – più fortemente significante. Quasi nessuno sorride, in questa galleria di volti: né i più né i meno giovani. E non perché, credo, come disse quella volta Buster Keaton, non c’è troppo da ridere: ma perché, probabilmente, un eventuale sorriso avrebbe finito per rendere troppo accattivante il doppio di cui dicevo, forse impoverendone il potere di allusione, se non il segreto.
Da Nadar a Man Ray, da Cecil Beaton a Gianni Berengo-Gardin a Damiano Bianca a Gianni Bongioanni, per citare solo alcuni fotografi assolutamente particolari, l’arte del ritratto ha giocato carte estremamente diverse: la monumentalità indiscutibile, il paradosso beffardo, l’eleganza manierata, la sperimentazione ossessiva, l’aggressività scultorea. Ruggero Passeri ha giocato - in saldissima coerenza con la sua inclinazione di “colto spettatore delle assurdità del mondo” (Mirella Bentivoglio) - la carta della normalità misteriosa. Ne è venuta fuori, mi pare, una suite che riesce splendidamente a far respirare il proprio enigma nello spazio serrato di luoghi in cui ogni elemento, bruciato nella puntualità scrupolosa dei volti, continua ad essere interrogazione.

Mario Lunetta
loading